Bloccaggio porte cabina con cinghia o filo d'acciaio - Lone Wolfe il sito di un camperista di Novara

Vai ai contenuti

Bloccaggio porte cabina con cinghia o filo d'acciaio

In base al mezzo che possedete, ci sono due modi per bloccare le portiere della cabina.
Per i mezzi che hanno i deflettori incollati e quindi senza guarnizioni (quelli più recenti) si può tranquillamente utilizzare una fettuccia con cricchetto, mentre per i mezzi con deflettori con guarnizione è più indicato utilizzare un filo d'acciaio ricoperto.
Il motivo è semplice in quanto il deflettore con guarnizione può essere tolto silenziosamente senza romperlo e la fettuccia potrebbe essere tagliata facilmente con un cutter, quindi meglio il filo d'acciaio che necessita di un tronchese e che provoca più difficoltà e rumore per il suo taglio.

Mezzi con deflettori incollati.

Occorrente : - una cinghia con cricchetto, tipo quelle per fissare gli oggetti sui portapacchi.

Click sulle immagini per ingrandirle.

Far passare la cinghia nei maniglioni di apertura/chiusura delle portiere e tagliarla su misura in modo che la parte terminale possa essere inserita nel cricchetto per circa 50 cm.
Con un accendino, bruciacchiare l'orlo della parte tagliata per impedire di sfilacciarsi.

Per l'utilizzo, inserire la cinghia nei maniglioni di apertura/chiusura delle portiere e quindi nel cricchetto.
Agire sullo stesso fino a quando la cinghia è saldamente in tensione.
A questo punto, per tagliarla devono per forza rompere un vetro e questo vi sveglierebbe.
Per sganciare il cricchetto, agire sul supporto a molla e tirare la cinghia.

Mezzi con deflettori con guarnizione.
Occorrente :  - un filo d'acciaio ricoperto di plastica (tipo quello per stendere i panni)
                   - un tirante ad anelli
                   - un moschettone
                   - due fissa fili

Click sulle immagini per ingrandirle.

Passare il cavo in un occhiello del tirante e fissarlo con uno dei fissacavi.

Far passare il cavo nei maniglioni di apertura/chiusura delle portiere e tagliarlo su misura in modo che la parte terminale possa essere fissata con l'altro fissacavi sul moschettone e verificare che lo stesso si agganci agevolmente all'anello libero del tirante.
Gli anelli a vite del tirante devono essere svitati quasi del tutto.
Il gioco del cavo deve permettere l'aggancio del moschettone e la messa in tensione del cavo avvitando il tirante.
Con della pellicola trasparente (tipo quella per alimenti) avvolgere la parte tagliata del cavo e i fissacavi per evitare di rovinare i maniglioni in fase di inserimento del cavo negli stessi.

Tenendo fermi gli anelli, avvitare la parte centrale del tirante fino a quando il filo è saldamente in tensione.
Anche se riuscissero a rimuovere il deflettore tagliando la guarnizione, il cavo d'acciaio opporrà una certa resistenza.
Il dover rimuovere il deflettore, l'essere muniti di un tronchese più che valido, la difficoltà del taglio e il rumore che potrebbero generare, sono a volte deterrenti validi per scoraggiare i malintenzionati.
Per rimuovere il bloccaggio, tenendo fermi gli anelli, svitare la parte centrale del tirante fino a quando sarà possibile sganciare il moschettone.

Torna ai contenuti