Carico acqua - Lone Wolfe il sito di un camperista di Novara

Vai ai contenuti

Carico acqua

I rubinetti a cui collegare la canna per il caricamento dell'acqua possono avere l'attacco filettato di diverse misure.
A volte l'attacco non è filettato ma liscio, e si trovano anche i rubinetti più strani.
E' consigliabile quindi disporre dell'attrezzatura più idonea per rifornirsi di acqua potabile.

Occorrente :  - un tubo di 15 metri e uno di 1,5 metri abbastanza rigidi per evitare le strozzature
                   - opportuni adattatori e raccordi
                   - 2 fascette di metallo
                   - 10 cm di camera d'aria da biciclette
                   - 4 cm di tubetto di metallo

Click sulle immagini per ingrandirle.

Quindici metri di canna possono sembrare tanti ma a volte non bastano.
E' importante che la canna sia rigida e non flaccida onde evitare le strozzature che bloccherebbero l'erogazione.
Quando è arrotolata bloccare le spire con delle fascette di velcro o della semplice corda.
Gli adattatori che si vedono nelle foto, sono descritti nei passaggi successivi.

Gli adattatori utilizzati sono quelli che comunemente si adoperano sulle canne per bagnare il giardino, con innesto "a baionetta".
Le marche più utilizzate sono Gardenia e Cleber.
Sulla canna lunga va inserito un adattatore ad un capo mentre l'altro resta libero per essere introdotto nel bocchettone del camper.
Sulla canna corta va inserito un adattatore ad un capo e all'altro va fissata la camera d'aria.

Sull'adattatore della canna lunga va innestato un attacco filettato che comprenda i tre tipi di filetto più comuni. Sono svitabili e quindi sfilabili in base al filetto che si trova sul rubinetto.
Per non perderli è consigliabile lasciarli avvitati come nella foto di destra.
Con la canna così composta, la maggior parte dei rubinetti è accessibile.

Quando si trova un rubinetto senza filettosi può utilizzare un apposito adattatore come quello delle foto.
E' formato da un innesto a baionetta, un corpo centrale con fascetta e un riduttore di gomma. Il riduttore è da inserire nel corpo centrale qualora il diametro del rubinetto sia di misura molto piccola.

L'adattatore va innestato da un lato su quello della canna lunga mentre l'altro lato va inserito sul rubinetto e fissato tramite la fascetta.

Nei casi ancora più difficili, con rubinetti molto grossi, occorre utilizzare anche la canna più corta.
Da un lato è già installato un adattatore mentre dall'altro occorre inserire all'interno della canna un tubetto di metallo di quattro centimetri.
Il pezzo di camera d'aria va fissato da un lato sulla canna e stretto con una fascetta, il tubetto inserito permette di stringere correttamente la fascetta senza che la canna si deformi. L'altra fascetta serve a fissare l'altro lato della camera d'aria sul rubinetto.

Sul lato dell'adattore va inserito un raccordo che permetterà di unire le due canne.

Una piccola pressione e le due canne sono innestate.

Con l'attrezzatura descritta non dovrebbero esserci problemi ad effettuare il rifornimento d'acqua.
E' comunque indicato di tenere a bordo un innaffiatoio da 12 litri, con becco non troppo ricurvo.
Ci vorrà qualche minuto in più, ma la tanica si riempirà comunque.

Torna ai contenuti