Telecamera posteriore e telecamera scarico grigie - Lone Wolfe il sito di un camperista di Novara

Vai ai contenuti

Telecamera posteriore e telecamera scarico grigie

Come installare due telecamere. Una per la vista posteriore utile nelle manovre di parcheggio e l'altra per centrare il pozzetto di scarico delle acque grigie.

Click sulle immagini per ingrandirle.

Utilizzando molto raramente l'autoradio in quanto in viaggio preferisco chiacchierare e non volendo installare nulla sopra al cruscotto, ho optato per un monitor da inserire nel supporto dell'autoradio che occupi in pratica l'intero spazio disponibile ed identificato come 2 DIN.
Scartata l'idea di un'autoradio 2 DIN per gli alti costi e comunque perché mi interessava solo lo schermo per le retrocamere ho proceduto come segue.

Occorre procurarsi prima di tutto una mascherina 2 DIN (nel mio caso per Fiat Ducato anni 2006-2011).

Si trovano presso i rivenditori di accessori per camper o in Internet anche su ebay a prezzi diversi.

Quindi togliere l'autoradio e il cassettino portaoggetti.



Fissare la mascherina con due viti alle pareti del vano 2 DIN.

Procurarsi un monitor 7" funzionante a 12 Volt, con risoluzione di almeno 800 x 480, funzione specchio per avere la giusta visione posteriore e che abbia due entrate video identificate come AV1 e AV2.

Procurarsi anche due telecamere con angolo di almeno 120°, sensore infrarossi e lente di almeno 2,8 mm.

Anche in questo caso si possono trovare tramite Internet e i prezzi possono variare da un fornitore all'altro.


I monitor sono quasi tutti dello stesso modello/costruttore e sono forniti con il loro cavo, un supporto da fissare sopra al cruscotto e una cornice da incasso che è quella da utilizzare.



Avendo già la predisposizione per la telecamera posteriore (come ormai praticamente tutti i camper) ho dovuto predisporre solo il cavo per la telecamera della acque grigie. Quindi ho inserito il cavo nel buco che si trova a sinistra sotto il posto guida. Lo stesso buco si trova anche a destra del posto passeggero. Solitamente è semitappato da una boccola di gomma.



Seguendo il percorso più opportuno è semplicissimo far proseguire il cavo fino al vano plancia.

Chiudere i buchi da cui si è fatto entrare il cavo con del silicone.

Quindi occorre stendere il cavo sotto al camper fissandolo con delle fascette fino ad arrivare in prossimità dello scarico.



Lasciare il cavo un po' più lungo del necessario e fissare dove possibile una scatoletta di derivazione per proteggere i connettori dalle intemperie.


Fissare con un buon adesivo sigillante e due viti il supporto per la telecamera in una posizione che permetta di coprire l'area interessata allo scarico.
Posizionare la telecamera e inserire i cavi nella scatoletta di derivazione.
Saldare i connettori del cavo segnali e di quello di alimentazione provenienti dalla plancia ed inserirli in quelli che escono dalla telecamera.
Chiudere la scatola di derivazione sigillando i buchi di ingresso dei cavi con del silicone.


Applicare un pezzo di nastro per pacchi nel punto in cui posizionare il supporto della telecamera posteriore (serve ad evitare eventuali screpolature nella vetroresina).

Segnare i punti e forare la parete con una punta da 2 mm. Allargare il foro poco alla volta con punte di diametro crescente utilizzando eventualmente una fresa da 6 mm per permettere il passaggio del cavo con gli spinotti della telecamera.

Eseguire due piccoli fori per le viti e togliere il nastro per pacchi.

Fissare con un buon adesivo sigillante e due viti il supporto per la telecamera. Quando sarà asciutto provvedere a sigillare bene i contorni del supporto ed il foro di entrata del cavo.
Fissare quindi la telecamera che potrà essere regolata tramite le viti laterali.
Saldare i connettori del cavo segnali e di quello di alimentazione provenienti dalla plancia ed inserirli in quelli che escono dalla telecamera.



Per evitare di avere sempre sotto tensione monitor e telecamere è opportuno installare un piccolo interruttore nel punto che ognuno riterrà più indicato, nel mio caso a destra sotto al volante.

Saldare i connettori e collegare quindi i cavi segnali delle telecamere all'ingresso del monitor e i cavi di alimentazione tra di loro passando attraverso l'interruttore e prendendo l'ingresso dei 12 volt e la massa dal precedente collegamento dell'autoradio.



Fissare la cornice da incasso con due viti a destra e a sinistra.



Questo è il lavoro finito. 



A sinistra la vista della parte posteriore con il porta scooter.

A destra sempre la parte posteriore con lo scooter a bordo.

Ovviamente l'angolazione della telecamera è regolabile tramite le sue viti esterne.



A sinistra la vista dello scarico della acque grigie.



I costi sono variabili, i monitor costano da 38,00 a 60,00 euro.

Le telecamere da  30,00 a 45,00 euro ciascuna.

La mascherina 2 DIN da 13,00 a 19,00 euro.

Connettori, cavi, adesivo e silicone, scatola di derivazione e fascette 30,00  euro.

Il lavoro fatto bene in proprio non ha prezzo.

Il risultato è eccellente.

Torna ai contenuti